La Clementina di Calabria IGP
La Clementina di Calabria IGP è un incrocio tra arancio amaro e mandarino, che proviene forse dall’Algeria (secondo una delle ipotesi più accreditate, il loro nome richiamerebbe quello di Padre Clément Rodier di Misserghin, nel cui orto sarebbero state rinvenute). Coltivate in Italia sin dagli anni ’30, hanno trovato uno dei loro habitat ideali in Calabria. Raccolte da ottobre a febbraio, a seconda delle varietà, sono pressoché apireniche, ovvero senza semi (o ne hanno pochi); ricche di vitamine, aromatiche e molto dolci, risultano facili da sbucciare Le clementine presentano una forma sferoidale leggermente schiacciata ai poli, con dimensioni minime di 16-18 mm. La buccia, liscia e di colore arancio scuro, racchiude una polpa succosa e aromatica. Il frutto è caratterizzato da assenza di semi o da un numero esiguo di essi. Le Clementine di Calabria I.G.P., per la loro bontà, vengono generalmente consumate al naturale tuttavia trovano largo impiego anche nella preparazione di sorbetti, succhi, sciroppi e marmellate. Fonte: http://www.igpclementinedicalabria.it/
Il caco mela Persimon

L’autunno ci regala tanti dolci frutti, dalle castagne alla zucca, passando per i funghi e – soprattutto – per i cachi. Colorati, vivaci, profumati e dolcissimi, sono alla base di tantissime ricette diverse (i dolci con i cachi, in particolare sono fenomenali). Originari della Cina – sono giunti in Europa solo nel XIX secolo – i cachi, o kaki, nell’aspetto ricordano molto i pomodori ramati, ma si riconoscono subito per il caratteristico colore che va dall’arancione tenue al rosso scarlatto. – Il caco mela (persimon), contrariamente a ciò che molti credono, non è l’incrocio tra un caco e una mela! La forma ricorda molto quella di una mela, può essere mangiato subito dopo la raccolta, è dolce e croccante. Si distingue dagli altri perchè è molto zuccherino e più compatto. "Persimon": è il nome commerciale del kaki mela spagnolo; per proprietà, caratteristiche, gusto e valori nutrizionali non si discosta dal caco mela classico. Fonte: https://primochef.it

La Zucca Delica

Ecco la regina degli ortaggi autunnali: La Zucca. Oggi vi proponiamo la varietà "Delica":

Piccola (mediamente 1-1,6 kg), di forma tondeggiante e appiattita, la zucca Delica ha buccia verde scuro con leggere solcature che, quando è matura, diventano marroncine. La polpa giallo carico è soda e compatta ed ha un sapore molto dolce. La Delica – una zucca di origine giapponese ottenuta da incrocio – oggi è tra le più diffuse in Italia, vuoi per le sue caratteristiche organolettiche, vuoi perché, al contrario di altre tipologie, può essere acquistata intera. È una varietà molto precoce, disponibile già a inizio estate; ma è in questo periodo che possiamo contare su zucche coltivate in pieno campo (e non in serra)

Ormai da oltre vent'anni collaboriamo con uno storico produttore che le produce in terreni a Lungavilla(PV). Grazie della passione per questo prodotto, alla rotazione degli areali scelti per la messa a dimora e alla pazienza nell'attendere la perfetta maturazione, ci offre una zucca dalle caratteristiche organolettiche ineguagliabili. Si tratta di uno degli ortaggi più duttili in cucina, adatto alla praparazione di infiniti piatti e perfettamente di stagione....